Skip to content
Micronil®

per la corretta
omeostasi del
tessuto nervoso

Il sistema nervoso

è l’insieme degli organi e delle strutture che mettono in comunicazione le diverse parti dell’organismo per coordinare le loro funzioni volontarie o involontarie. Può essere suddiviso in:

SISTEMA NERVOSO CENTRALE, costituito da cervello e midollo, ed è il luogo in cui le informazioni raccolte dal sistema nervoso periferico vengono rielaborate, e da cui partono informazioni da distribuire attraverso lo stesso sistema nervoso periferico;

SISTEMA NERVOSO PERIFERICO, formato dall’insieme delle fibre nervose e dei gangli (agglomerati di tessuto nervoso) che permettono lo scambio di informazioni tra il sistema nervoso centrale, gli arti e i vari organi e tessuti del nostro organismo.

Le neuropatie periferiche rappresentano un gruppo di malattie caratterizzate dal danneggiamento e, quindi, dal malfunzionamento del sistema nervoso periferico.

Sono patologie molto comuni e colpiscono tra il 10 e il 15% della popolazione di età superiore ai 50 anni, e questa percentuale cresce se la neuropatia è correlata ad altre patologie, come ad esempio il diabete (articolo blog su neuropatia diabetica).

Alcune neuropatie compaiono in maniera improvvisa, altre in maniera graduale nell’arco di anni. La malattia può colpire un nervo (mono neuropatia, generalmente di origine traumatica), due o più nervi in diverse aree (multineuropatia, di solito di origine vascolare) o molti nervi (polineuropatia, generalmente di origine tossica, metabolica, da carenza infiammatorie o di vitamine).

I sintomi delle neuropatie

possono essere davvero molti, e dipendono dal tipo di disfunzione. Il danno può riguardare i nervi sensitivi, che conducono gli impulsi nervosi dalla periferia al sistema nervoso centrale. Oppure può interessare i nervi motori, che trasmettono gli impulsi nervosi dal sistema nervoso centrale ai muscoli e alle ghiandole.

I sintomi sensitivi sono generalmente localizzati lungo il decorso del nervo o in un’area ben localizzata adiacente alla zona della cute innervata dal nervo colpito (dermatometro). I più frequenti sono:

Dolore

nel caso delle neuropatie, la sensazione di dolore è diversa da quella che si prova dopo un insulto fisico: trae origine, infatti, direttamente nei nervi stessi, cioè nelle strutture costituenti il sistema nervoso.

Parestesia

è la percezione alterata di stimoli sentivi come sensazioni di formicolio, intorpidimento, punture di spillo in corrispondenza degli arti o di zone specifiche, anche in assenza di stimolazione.

Sensazione di bruciore o di scariche elettriche

Perdita di equilibrio e della corretta capacità di coordinazione

Allodinia

è un dolore provocato da uno stimolo che, in condizioni normali, sarebbe del tutto innocuo e privo di conseguenze.

I sintomi motori

si caratterizzano, invece, dalla perdita di forza e trofismo muscolare del distretto innervato dal nervo colpito. In questo caso possono manifestarsi:

  • debolezza muscolare;
  • difficoltà di deambulazione;
  • crampi, anche durante il sonno;
  • frequente caduta dalle mani di oggetti.

È inoltre molto frequente la correlazione tra neuropatie periferiche e disturbi dell’umore quali ansia e disturbi del sonno. (articolo blog Dolore neuropatico e disturbi del tono dell’umore).

Blog