Skip to content

Recò 4TM

Recupero muscolare

Ridotta mobilità e apparato
muscolo- scheletrico

L’apparato muscolo-scheletrico è l’insieme delle strutture ossee, articolari e muscolari che svolgono funzioni di sostegno e di difesa dell’organismo e che ne consentono i movimenti.

L’insieme di ossa e articolazioni dà vita all’apparato scheletrico; ossa, articolazioni e muscoli formano, insieme, l’apparato muscolo-scheletrico.

Le ossa sono una forma estremamente specializzata di tessuto connettivo di sostegno fortemente mineralizzato, caratterizzato da durezza e resistenza meccanica.

Le articolazioni sono un insieme di elementi (tessuto fibroso e/o cartilagineo, legamenti, capsule, membrane) che regolano la connessione tra due o più superfici ossee.

Il muscolo è un tessuto composto da particolari fibre (fibre muscolari) dotate di capacità contrattile.

Cause e Sintomi

Alcune situazioni di immobilità prolungata, a seguito di episodi accidentali quali fratture o distorsioni o traumi come interventi chirurgici invasivi (come ad esempio l’inserimento di protesi negli arti o artroprotesi) o a seguito di episodi di stress meccanico a carico di tendini, legamenti e strutture articolari, possono determinare:

Atrofia muscolare:

consiste nella riduzione progressiva del volume e della perdita graduale di funzionalità dei muscoli dovuta sia alla diminuzione di volume delle singole cellule che li compongono sia della sostanza intercellulare.

Indebolimento osseo:

quando le ossa, non sono sottoposte al peso del corpo per periodi prolungati, diventano più fragili e si indeboliscono (osteoporosi). Inoltre, lo scarso apporto di sangue e ossigeno determinato da stasi venosa, può determinare nei casi piu’ gravi la morte delle cellule (osteonecrosi).

Stress articolare:

condizione di sovraccarico delle articolazioni delle gambe che, se prolungato e superato un certo valore soglia, determina l’assottigliamento delle cartilagini con progressiva perdita di funzionalità.

Infiammazione ed edema:

determinati da stasi venosa. L’immobilità prolungata, infatti, non facilita la risalita del sangue e dei liquidi verso il cuore e tendono a ristagnare negli arti inferiori determinandone l’accumulo. Può inoltre comparire trombosi venosa, condizione caratterizzata dalla formazione di coaguli di sangue adesi alla parete dei vasi (trombi), che possono staccarsi, andare in circolo e ostruire vene o arterie.

Recò4 - Geopharma

Come smaltire le confezioni di Recò 4TM

Blog